mercoledì 31 dicembre 2014

[TAG] Il mio Anno su Blogger ♥

Ho letto con molto piacere, come faccio di solito, il post di Elisa di Su un filo di Eyeliner, blogger che adoro nonché amica/supporter di Dolls&Butterflies dai suoi albori (denghiu from mai art!).

L'idea di un TAG sull'anno trascorso su Blogger l'ho trovata una genialata, ma mai pensavo che a fine post la Eli taggasse proprio ME.
Infatti, c'è un piccolo dettaglio non indifferente che riguarda questo ameno angolo del web, ossia che è online da fine Settembre.
Cara Eli, so che al tuo cuore sembri che questa rompipalle pseudoblogger sia nell'etere da tempi immemorabili, eppure sono solo TRE mesi dico TRE che mi ritrovo a cianciare dei cavolacci miei con contorno di make-up su questa piattaforma.

Capirai quindi IL DRAMMA nel rispondere a questo TAG visto l'esiguo tempo di esistenza a mia disposizione.
Tuttavia, non mi tiro mai indietro di fronte ad un invito ed ho pensato (e spero capirai senza lapidarmi con il Sapone di Aleppo) di riempire i mesi di vuoto con gli eventi salienti di quest'anno che è stato, tra alti e bassi, indubbiamente più ricco di avvenimenti rispetto al solito.
Siccome vi aspetta un pippone esagerato di Loquacità allo stato puro, direi di iniziare senza indugi.



lunedì 22 dicembre 2014

[Review] Wet 'n' Wild MegaLast Lip Color Cherry Bomb & Smokin' Hot Pink

Potrei facilmente giustificare la carenza di post decenti appellandomi al I emendamento ed alla libertà di parola (e di non parola) oppure al blocco dello scrittore.
Più coraggioso (e sincero) sarebbe invece appellarmi al blocco delle difese immunitarie che da un mese a questa parte mi garantisce fastidiosi acciacchi da novantenne i quali, pur non invalidandomi fisicamente, lo fanno mentalmente.
In parole povere: non ho voglia di fare un fico secco (e neanche maturo).

Siccome sono una spavalda guerriera (???) ed il Farmacista inizia a chiedere spesso di me (o gli sono simpatica o ha fiutato il buon affare), ho deciso di reagire e quindi eccomi qua con una spumeggiante recensione di rossetti, in particolare Cherry Bomb e Smoking Hot Pink di Wet 'n' Wild.

Sfondo natalizio per gentile concessione del Grinch che è in me.
Ho dato precedenza e preferenza a questi rossetti perché, se siete delle ritardatarie croniche come me nel fare i regali, questi sono una validissima idea, da abbinare magari ad una palette sempre dello stesso brand. Sono certa che non sfigurereste affatto ed inoltre si prestano ad essere degli ottimi stocking filler (per riempire le calzette appese in giro per casa come nei film)..

venerdì 12 dicembre 2014

[TAG] 40 Beauty Questions!

Questo periodo prefestivo tira fuori la parte più annoiata di me, quella che avrebbe voglia di rintanarsi sotto il piumone armata di Kindle, fumetti, cioccolato, serie tv, console portatile, vasca da bagno con quattro ballistiche di Lush, sofà, calzettoni di Eeyore, tazze di the, cioccolata calda, tisane e biscotti.
È tutto credo.

Ma in realtà questo è anche quel periodo in cui non puoi permetterti di stare con le mani in mano, c'è da tanto da sistemare prima delle festività. 
Ergo non volevo farvi sentire la mia mancanza, ma dovrete accontentarvi dell'ennesimo TAG, a cui sono stata invitata a partecipare da Silvia di Vanilla & Beauty Things (ma sei sicura che ti interessano davvero i miei sproloqui? Donna coraggiosa!).



Non ho idea dell'iniziatore di questo TAG, anzi se qualcuno ne avesse idea mi illumini così da inserire i giusti credits.
Sono 40 domande a tema beauty a cui ho intenzione di rispondere con immensa sincerità (se vi sembra che sappia di minaccia... beh è così!)

mercoledì 3 dicembre 2014

[TAG] November Most Played

Mi aspetto da Voi un "Ehi, guardate chi si vede, ma non eri emigrata in Svezia?"
Ahimè No, anche se la cosa non mi dispiacerebbe affatto visto che il beneamato Sud Italia ci sta regalando temperature autunno-invernali pari a 20/25 gradi a fine Novembre.

Spieghiamoci, non che desideri piogge torrenziali, ma io amo il Freddo frizzante che ti punge il viso e ti lascia accoccolare nello sciarpone di lana con soddisfazione.
Non posso, invece, tollerare che i miei piedi (in un periodo compreso tra Autunno e Inverno) facciano la Sauna negli stivaletti col pelo.
Quando dovrei metterli scusa, a Ferragosto?
E il Parka? Ad un Matrimonio settembrino magari.

Poi diciamocelo: le Luci di Natale col vento di Scirocco sono surreali, così divento subito confusa e felice al pari del Grinch a Casa di Babbo Natale.

Torniamo al post e abbandoniamo per un attimo i miei tentativi di distrarvi dalla mia latitanza, nonché le mie aspirazioni da Regina dei Ghiacci che, PARE, saranno esaudite nei prossimi giorni (spero).


Dopo aver saltato SCIAGURATAMENTE l'appuntamento di Ottobre meritandomi la sospensione dal TeamMostPlayed e la revoca immediata della Teglia di Biscotti d'ordinanza, spero di farmi perdonare dalla Somma Goldevi0let, ideatrice e coordinatrice della squadra, con questo tempestivo intervento Novembrino.

Guardate, mi voglio Rovinare (Roberto da Crema Mode ON) farò addirittura una suddivisione in Skincare e Cosmesi.


E scusate se è poco!
Ci sarà qualcosa di interessante tra i prodotti più Spremuti di questo mese?

domenica 23 novembre 2014

[Review] Catrice Correttore Camouflage Cream Concealer 01 Ivory

Dopo un'assenza quantomai vergognosa, dovuta a molteplici (dis)avventure come giornate trascorse in ufficio a studiare faldoni a tre piani o match di boxe contro bacilli influenzali prepotenti, rieccomi con una nuova entusiasmante (?) recensione.
Ho deciso di parlarvi di un prodotto decisamente low cost, che ho tuttavia trovato davvero validissimo.

Come sapete il rapporto qualità/prezzo influenza spesso le mie scelte e così sarà finché non avrò uno stipendio, ossia, vista la mia fortuna con il Karma, non prima del giorno dell'Apocalisse; cosicché non potrò scialacquare i primi soldi guadagnati onestamente perché dovrò affrontare:
  • Zombie;
  • Alieni;
  • l'Ira di Dio;
  • i Fulmini di Zeus;
  • i parenti che avrebbero voluto ingozzarsi al mio mai avvenuto Matrimonio (tiè).

Quindi, siccome sono generosa, ho deciso di condividere il Verbo con voi che sbarcate qui su questo spazio virtuale abitato da balle di fieno rotolanti e aliti di vento.

Il prodotto in oggetto è il Camouflage Cream Concealer di Catrice, un correttore in crema.
Catrice è un marchio low cost venduto in diversi punti vendita d'Italia, io lo trovo da Coin e da Scarpe&Scarpe, nonchè online su Kosmetik4Less, KosmetikKosmo e Maquillalia.



Si tratta di un brand appartenente alla tedesca Cosnova, stessa azienda che produce la sorella minore Essence, tuttavia Catrice offre un pelino di qualità maggiore.

giovedì 13 novembre 2014

[TAG] Cose da Beauty Blogger!

Egregi,
come vi avevo preannunciato, gira e rigira, sarebbe tornato un post TAG.
Facciamo a turno: post semiserio, post sclerosofico.
È la vita, non possiamo non cadere nei corsi e ricorsi storici.

E comunque non avrei potuto sottrarmi all'incombenza siccome sono stata gentilmente nominata da L'eleganza del riccio Beauty Blog (grazie Socia) che desiderava vi svelassi gli arcani segreti che si nascondono dietro la mia vita da Beauty Blogger.



Ok dai, smettetela di ridere.
Lo sappiamo tutti che sono l'ultima arrivata, manco due mesi di vita di blog e dovrei definirmi Beauty Blogger? 
Direi che Psicolabile Scrittrice RossettoBlushomane renderebbe di più l'idea, per ora quindi ci atterremo al copione senza accaparrarci titoli che non ci appartengono.

In passato però (rivelazione) ho già scritto di Beauty&Co. su altri lidi ed in altri contesti, forse quindi riusciamo a trovare un po' di esperienza necessaria per dare risposte convincenti a questo TAG concepito dalla brillante mente di Laura de Il mio Beauty dal titolo "Cose da Beauty Blogger".

Quindi... accetto la sfida e...

Benvenuti a "Who wants to be a Beauty Blogger?"



- L. inizia la tua scalata verso il traguardo!
- Vai con la prima domanda, Gerry!

lunedì 10 novembre 2014

[Review] Benecos Crema Viso Natural Day Cream

Questo doveva essere un altro tipo di post. 
Un Tag per l'esattezza.
«Un altro?» vi chiederete, comprensibilmente, voi che leggete, pensando che voglia tenere in piedi la baracca a botta di post privi di consistenti sforzi.

Per quanto l'idea sia allettante in termini di Pandosa Pigrizia, sintomatologia in cui rientro pienamente, non credo sarebbe giusto né tantomeno proficuo per la crescita personale e spirituale di questo blog (il Dalai Lama ci osserva, amici miei).



Quindi ecco una nuova recensione, stavolta trattiamo qualcosa di ancora inedito su questi schermi, ossia un prodotto di Skincare, precisamente una crema viso.

L'oggetto dell'analisi è la Benecos Natural Day Cream, una crema giorno per il viso, idratante e pensata per le pelli normali/miste.



Benecos è un brand di biocosmesi low cost, che produce sia prodotti per la skincare che per il make-up.
Grazie al suo coniugare prodotti eco-bio con prezzi davvero trattenuti, Benecos ha conquistato in breve tempo un posto di favore nel cuore delle amanti della cosmesi eco-bio.

giovedì 6 novembre 2014

[TAG] Temptalia chiede... Blogger risponde!

Buonasera, sta per andare in onda la puntata odierna di TAG dal titolo "Temptalia chiede...Blogger risponde" primo episodio, da un'idea di Nostra Signora della Dupe List, l'immutabile Temptalia, tradotto in italiano da Valeria di The 1000th blog.

Solite idiozie a parte, sono stata invitata a partecipare a questo Tag prima da Silvia di Vanilla & Beauty Things e successivamente anche dalla mia GemellaH Sara Lisistrata di Wannabe Renoir (a proposito Grazie ) e sono molto felice non solo che qualcuno abbia pensato a menzionare me (ma proprio me, truly emotion), ma anche di avere occasione di rispondere a queste interessantissime domande.
No, stavolta non sono ironica.

Chi conosce Temptalia, sa che sul suo celeberrimo blog è presente una rubrica in cui proprio la Tempty in persona rivolge alle lettrici delle domande su cui creare dibattito. In effetti si tratta di questioni molto acute (per noi appassionate di Makeup, non per quelli di Astrofisica credo) e se io fossi una grande casa cosmetica le valuterei e terrei in considerazione per le future politiche aziendali.
Ma sono solo una povera tirocinante neolaureata non retribuita, quindi stiamo parlando di coriandoli di ovatta.

Le regole del Fight Club per prendere parte al TAG sono le seguenti:

1. Menzionare The 1000th blog come creatrice del tag.
2. Taggare almeno due blogger.

Di seguito trovate le domande selezionate per questo primo episodio, non temete, il format non verrà cancellato inaspettatamente lasciando la tristezza nei vostri cuori (Veronica Mars, sto parlando di te).

sabato 1 novembre 2014

[Review] Makeup Revolution Rossetto Amazing Lipstick Dare + Blush Sugar

Nel mio ultimo ordine piazzato su Maquillaia (trovate le mie divagazioni da invasata in questo post) mi sono cascati "casualmente" nel cestino un paio di prodotti Makeup Revolution, a onor del vero i miei primi prodotti di questo brand famoso soprattutto per le sue palette e per il suo spirito di emulazione verso marchi celebri e decisamente meno accessibili (ad esempio Urban Decay e Too Faced).

Makeup Revolution, infatti, propone prezzi davvero concorrenziali e prodotti il cui valore supera sicuramente i soldi spesi. 
Ed io come faccio a saperlo se non ho mai provato un chispios?
Semplice. PandaCurioso si è letta tipo centordicimila impressioni tra blogger/youtuber e appassionate di cosmesi, tutte d'accordo nel ritenere che questo marchio inglese sia da tenere d'occhio.
PandaCurioso si fida.

Tempo fa sulla pagina facebook dedicata, Makeup Revolution ha anche lasciato intendere che a breve lo stand completo con tutto l'assortimento potrebbe fare la sua comparsa in Italia, una notizia che, se confermata, provocherebbe immediato lutto a tutti i nostri portafogli.

Mentre aspetto di provare i prodotti del secondo ordine Maquillalia piazzato la scorsa settimana (spese gratis e non ordini? Vuoi che muoro?) ho scelto di convididere le mie impressioni sui primi due prodotti testati, ossia l'Amazing Lipstick nella tonalità Dare e il Blush nella tonalità Sugar.

giovedì 23 ottobre 2014

[Loquacità] Haul Wet n Wild + Ikea, Avon, So' Bio

Il sole splende. 
I muratori della vicina, impegnati nell'Extreme Makeover dell'appartamento da ormai svariate settimane, giocano con trapano, martello e sega elettrica sotto la finestra della mia stanza.
Io approfitto della sveglia su costrizione per rallegrarvi con un nuovo post.

Siamo tutti contenti, insomma!



Si torna a mostrare al pubblico le new entries dell'ultimo periodo per quanto riguarda la cosmesi nonchè gli elementi decorativi di dubbio gusto che ho scelto di portarmi a casa. Partiamo con ordine e dal brand, a parer mio, più interessante del momento|

WET N WILD

Il celebre brand americano è in Italia già da un po' (ricordo di averlo avvistato quando ancora ero una perfetta ignorante in materia), ma la posizione nonchè situazione dei suoi stand è stata così incostante che le sue apparizioni sono state segnalate con lo stesso stupore ed entusiasmo di quelle di Medjugorje.

Ultimamente, però, tutti hanno constatato che lo stand Wet n Wild sembra aver trovato la pace collocazione stabile che tutti aspettavano presso una catena a distribuzione nazionale, Upim.
E non è solo, anche il celeberrimo brand americano Physician Formula (aka quello dei Blush cuoriciosi) starebbe approdando nel belpaese negli stessi store e forse anche in altri (sembra Ovs e Coin).



Per onor di cronaca mi sono recata nell'Upim più vicina (Napoli) ed ho trovato nella sezione profumeria uno schif spettacolo raccapricciante di stand più confusionari delle bancarelle di mutande al mercato, con prodotti che sembravano masticati da Bigfoot e poi sputati sugli scaffali, nonché un assortimento deprimente aggiornato presumibilmente l'ultima volta nel XIV secolo.

martedì 14 ottobre 2014

[Review] Essence Longlasting Lipstick + Swatch

Recentemente su questi schermi si è parlato di Blush, una piccola ossessione, ma non l'unica (i guai, si sa, non arrivano mai da soli).

Ebbene, come se non bastasse l'accumulo di prodotti for cheeks che (ad ora) non riuscirei a finire nemmeno per il 2120 (se avessi la fortuna di vivere sino ad allora ed arrivare alla veneranda età di 134 anni portati come una pimpante centenne), aggiungiamoci i rossetti.

Tubetti di colore, luminosi come comete, pigmentati come tavolozze di Kandinsky, spesso racchiusi in packaging stile "Gioielli della Corona Inglese".
Ebbene, codesti ammenicoli provocano in me non solo un irrefrenabile impulso al desiderio, ma anche un immotivato entusiasmo come se mi aveste chiesto di parlarvi dei pargoli che non ho.

Uhm... Rossetti?
Ah Rossetti!
Yes Rossetti!

Non potevo quindi non dedicare la mia seconda Recensione proprio ai rossetti, probabilmente tra i maggiori protagonisti anche dei futuri post.

And Now, tutti (?) col fiato sospeso, penserete che SBAM, vi proponga i rossetti più fiQi e costosi che ho, quelli bellibellinmodoassurdo, quelli che costano minimo dai 19 euro in su.
Beh, premettiamo che da laureata disoccupata (nuova classe sociale in rapidissima diffusione) anch'io sono tra coloro che possono relativamente sperperare in rossetti High Cost (ma lo vorrei, eccome se lo vorrei, e quando posso lo faccio anche) quindi ho pensato di partire da un prodotto più accessibile e che ultimamente ha fatto molto parlare di sè.

Mi riferisco ai rossetti Longlasting di Essence*.

Essence è un brand del gruppo tedesco Cosnova, venduto in Italia tramite rivenditori autorizzati come OVS, Coin, Scarpe&Scarpe ed altri che non esistendo qui al Sud non saprei nemmeno nominare.

lunedì 6 ottobre 2014

[Review] Sleek Blush in Rose Gold, Flushed, Scandalous & Fenberry + Swatches

Dopo ben due post di baggianate spiegazioni di indescrivibile valore sociale riguardanti prodotti che fioccano in casa mia o che vengono consumati sperando un giorno di finire negli "empties" (più facile che in Italia torni la Monarchia), ecco finalmente qualcosa che potrà mostrare realmente se la sottoscritta sia capace di fare altro di concreto oltre che sproloquiare.

Insomma è ora di una Recensione.

Per cercare qualcosa che destasse l'interesse dei posteri, ho stilato la mia immancabile lista scoprendo che (sorprendentemente) le idee non mi mancavano. Tutto il blocco (espressione partenopea gergale che in italiano potremmo tradurre con "Sostanzialmente") dovevo soltanto mettermi al lavoro.

Ho scelto di iniziare da una mia insana passione, i blush, ed ho scelto dal mio stash (ma quanto mi piace questa parola) quelli di Sleek, in quanto possedendone più di un esemplare ho ritenuto fosse interessante confrontarli, spero di non pensarlo solo io.



Mi soffermerei un attimo sul concetto di insana passione, se qualcuno (?) si stesse chiedendo cosa intendo con ciò: ebbene, si tratta della smania di accumulare prodotti che non riuscirei a consumare neppure se avessi 10 facce e decidessi di truccare quotidianamente ogni guancia con un colore diverso (quale inquietante immagine evocativa).

Per la sottoscritta, tuttavia, il blush è un cosmetico imprescindibile: avendo la pelle diafana, ed al fine di evitare di essere scambiata per il fratello grassone di Casper (mi pare si chiamasse Ciccia, semplice ed immediato), l'unica ancora di salvezza è il blush.

Badiate, ho parlato di diafano, che non significa avere una pelle di porcellana liscia ed uniforme come le bambole (almeno non senza un degno fondotinta). Semplicemente sono munita di epidermide grigiastra quasi trasparente e molto sensibile. Ergo il blush è per me l'unico raccordo tra l'ectoplasmatico e l'umano.

Eppppoi i blush mi piacciono proprio. Ecco.
Torniamo all'oggetto del post: i blush Sleek.

mercoledì 1 ottobre 2014

[Haul] Ordine Maquillalia feat. Sleek, Makeup Revolution & Loquacità

Io ho un problema. Tra i tanti.
Sono facile (eufemismo) vittima delle operazioni commerciali di Marketing, in particolar modo offerte speciali, sconti, promozioni & Co.

In pratica, completamente incurante del fatto che quella determinata cosa possa o meno avere una concreta utilità e/o che ne possegga o meno quintalate simili e/o che riesca o meno ad aspirare al concreto utilizzo, mi fiondo nell'avventato acquisto integralmente obnubilata dalle magiche paroline "Offerta. Saldo. Promozione".

 photo xCVR1V080USmk_zpsa8bc9c32.gif

Chiunque osi sindacare il gesto si ritroverà prontamente liquidato con tre semplici parole che non ammettono obiezioni: «Era in Sconto».
Se il soggetto persevera nell'intento, non otterrà altro che la stessa risposta, declinata in molteplici toni di voce che spaziano dallo sbigottito all'irritato passando per il macheseiscemononhaicapito? fino al risoluto siseiscemononcapisciunchispios!

Nei miei rari momenti di lucidità mentale, mi ritrovo tuttavia a colloquiare con la voce della coscienza (sia in versione spirituale che nella variante in carne ed ossa che svolge la medesima funzione) sull'incoerenza di simile comportamento e sul percorso psicologico da prefiggersi ogni qual volta si ripresenti il medesimo rischio per evitare il reiterarsi del fenomeno compulsivo di cui sopra.

«Prima di avventarti come un americano su un tacchino ripieno il giorno del Ringraziamento, domanda a te stessa "Ne ho davvero bisogno? Mi serve?"»

» Certo voce della coscienza, lo farò, promesso.

Toh guarda!
Una promozione Maquillalia!

 photo 4RCeGPUBg2nV6_zps107446fb.gif

sabato 27 settembre 2014

[TAG] New Blog & September Most Played

It's Alive.
It's Alive.
IT'S ALIIIVEE!



Stupefacente!
L'ennesimo blog di cosmesi online! Ce n'era bisogno?
E questo è il primo di una (forse) lunga serie di post! Ahinoi, questa è una promessa, non una minaccia!

A dimostrazione potrei trascorrere le prossime 20 righe a gongolare immotivatamente su una cosa apparentemente banale come questa, ma deduco che sia più fruttuoso ed interessante iniziare con "qualcosa che c'entri qualcosa" con l'oggetto del blog, ossia cialdine che amano palette, confezioni così belle che sembrano orecchini Chopard einvecesonorossetti, come sopravvivere all'imminente invasione aliena utilizzando un blush, un pennello a lingua di gatto e una BB cream (Bear Grylls, spostati per favore).

Ebbene, per rompere il ghiaccio e nel frattempo raccogliere le idee per il prossimo intervento illuminante, ho scelto un Tag che è da sempre uno dei miei preferiti come "Lettrice", alias l'affezionata guardona che legge senza commentare, l'essere più odiato del globo beauty bloggereccio dopo gli spammer e i sub4sub (prometto che farò ammenda).

Quindi, gaudio et giubilo, Vuvuzelas e Nacchere, mi unisco seduta stante al #TeamMostPlayed!

© by GoldenVi0let

Per chi non la conoscesse è una setta devota al consumismo scellerato mensile (o altro periodo di tempo a scelta) di prodotti cosmetici.

Il Team riunisce, sotto lo scettro della Somma Chiara GoldenVi0let, innumerevoli blogger e youtuber che condividono col web 2.0 cosa, nell'arco del suddetto periodo di tempo, è stato oggetto di maggior consumo.

Dopo i dovuti ringraziamenti alla musa ispiratrice, nonché concedente, del Tag in oggetto, ecco la mia lista dei Most Played di Settembre, l'eroe dietro cui nascondere l'ansia da prestazione dovuta all'incipit poco creativo di questo nuovo spazio virtuale!




~ Alverde - Beauty & Fruity 3in1 Reinigungsschaum

Introvabile in Italia e reperibile solo presso la catena di Drogerie Markt (DM) presente in Germania, Repubblica Ceca, Austria ed altri paesi fortunati, questa di Alverde è una schiuma detergente lime e mela verde indicata per pelli normali e miste.
Promette, con un unico passaggio, ben tre effetti ossia 1) Pulizia 2) Rimozione del Make-up 3) Tonificare la pelle.
Questo prodotto multitasking è perfetto per una pigrona donna impegnata come la sottoscritta.
La utilizzo prevalentemente come struccante: è una mousse vellutata che scorre sulla pelle rendendola subito più morbida, pulita ed idratata.
È certificata vegan, con estratti provenienti da agricoltura biologica ed un inci prevalentemente verde (qualche giallo, niente rossi).

~ Lush - Tonico viso Acqua di Sole

Avendo la pelle mista (in alcune zone secca, in altre proprio no) e sensibile, ho pensato di provare questo tonico Lush con lavanda e rosa. In generale non uso molto il tonico, pur essendo bene a conoscenza del suo valore come cosmetico.
Quest'estate però, complice il mio smisurato odio per le temperature calde e afose (sono nata nel posto sbagliato) ho approfittato spesso di uno spruzzo rinfrescante di Acqua di Sole (una contraddizione in termini, farsi rinfrescare dall'Acqua di Sole, ma vabeh, prendetela come viene).
In pratica è iniziato come un rapporto occasionale, nel quale non avrei investito uno spicciolo, fino a diventare una piacevole abitudine,
E dall'alto della mia immensa profondità e capacità di analisi ho capito che il merito di questo cambio di rotta è sostanzialmente... della confezione a spruzzino.
In effetti il tonico in sé consta di poco più di quattro ingredienti in croce che, dopotutto, fanno il loro lavoro e rendono il prodotto lenitivo, non aggressivo, e lasciano la pelle detersa, morbida e pulita.

~ Eos - Lipbalm in Pomegranate Raspberry

Il lipbalm "pallina" amatissimo dalle Celeb (e non solo) di tutto il mondo. Preso a NY l'anno scorso contagiata dall'hype che circonda questa mistica sfera con inci, cito testualmente, "95% organic, 100% natural, paraben and petrolatum free", nonché tante altre ipnotizzanti caratteristiche.
È un Most Played anche dei mesi scorsi e temevo che il prodotto finisse presto, invece è ancora in ottimo stato.
Idrata a lungo, ha un profumo di lampone e melograno delicatissimo e non stucchevole, lascia le labbra morbide. Ed applicarlo è figo, anche se la palletta spesso mi rotola giù dal comodino, spesso di notte, costringendomi a rincorrerla come uno Zombie e finendo sistematicamente sotto al letto. Masochisticamente glielo posso perdonare.
Ne avrei dovute comprare 7, magari risvegliavo il Drago Shenron, invece ne ho prese "solo" tre.





~ Catrice  Ultimate Nail Lacquer 59 First Class Up-Grape

Mentre popoli tribali auspicano l'arrivo degli acquazzoni con apposite danze, io auspico l'arrivo dell'inverno con la stessa periodicità di un abitante di Winterfell (in realtà mi accontenterei dell'autunno) tingendomi le dita con colori cupi e sanguigni (love).
L'ultima nuance finita sulle unghie appartiene ad uno smalto Catrice, approdato recentemente nel nuovo assortimento F/W 2014.
È un vinaccia/borgogna con fini microglitter rossi appena percettibili (aspettatevi altre descrizioni cromatiche accurate come questa eh), che contribuiscono a dargli luminosità pur essendo un colore scuro.
La formula, almeno della mia boccetta, è leggermente densa, ma al contempo risulta coprente e duratura. 

~ Alterra - 6in1 Beauty Balm

Altro prodotto by Deutschland, "most played" soprattutto con l'obiettivo di terminarla presto.
Pur essendo Vegan e pur promettendo una serie di effetti di non poco conto (opacizzante, protezione UV, pelle levigata, farti sembrare Angelina Jolie dopo il parto di due gemelli) non c'è stata una passione tale da sentirne la mancanza in caso di dipartita.
Premettiamo che, avendo tendenza agli arrossamenti in alcune zone del viso (= in pratica divento la Pimpa), da una BB gradirei un pizzico di coprenza in più per non sembrare un vampiro pesto.
Questa BB tende ad uniformare l'incarnato, la tonalità "pelli chiare" va anche bene, e conferisce un finish molto naturale; tuttavia non è sempre l'ideale per me, soprattutto nei momenti di pelle maggiormente "capricciosa". Tendo ad usarlo nel quotidiano e ad alternarlo, nelle dovute occasioni, con altri prodotti per me più affidabili.
Si, insomma, non mi dispiace ma non mi rende vivace (quanta poesia, W la rima baciata da seconda elementare!).

~ Sleek - Palette Oh So Special

Probabilmente la mia palette preferita tra quelle Sleek in mio possesso, brand del cui merchandising sono stata ingenua e facile vittima nel corso degli anni (ultimamente mi sono disintossicata, se non contiamo l'ordine da Maquillalia arrivato la scorsa settimana che tuttavia nonpotevoRrifiutare... e poi ci mettono pure le caramelle, perbacco).
Versatile, comoda, si presta a innumerevoli look dal più naturale al più incisivo. Ha un bel bilanciamento di colori tra toni chiari e scuri, opachi e non che mi hanno consentito di cimentarmi in poco riusciti smokey eyes, meglio riusciti nude look ed altri esperimenti non classificati.
Gli ombretti sono tutti ben pigmentati, anche se un po' polverosi, compromesso che per una palette sotto i 10 euro si accetta facilmente.

~ Everyday Minerals - Email Me Blush

Siccome non amo abbronzarmi (= odio e comunque non mi abbronzo al massimo mi brucio quindi Ciao) non rinuncio comunque, in estate, ad avere una parvenza umana anziché aliena.
Per tale scopo ultraterreno nell'ultimo periodo ho approfittato molto di questo blush EDM recuperato dalla scatola senza fondo dei blush dimenticati.
A prescindere dal fatto che adoro i prodotti di questo brand, Email Me è una sfumatura color mattone, neutrale, che su molte carnagioni apparirebbe poco visibile; sulla sottoscritta, invece, è la tonalità perfetta per donare un soffio di colore estremamente naturale al volto, come se le mie soffici guanciotte avessero di natura quella deliziosa sfumatura (sogna ragazza sogna).
Lo uso anche per un contouring leggero trattandosi di un colore opaco.

Per ora è tutto, da questi lidi sperduti, da quest'isola attualmente deserta e inabitata dove mi ritrovo a parlare da sola come Tom Hanks in Cast Away.

Torno Presto! (cit.)