lunedì 6 ottobre 2014

[Review] Sleek Blush in Rose Gold, Flushed, Scandalous & Fenberry + Swatches

Dopo ben due post di baggianate spiegazioni di indescrivibile valore sociale riguardanti prodotti che fioccano in casa mia o che vengono consumati sperando un giorno di finire negli "empties" (più facile che in Italia torni la Monarchia), ecco finalmente qualcosa che potrà mostrare realmente se la sottoscritta sia capace di fare altro di concreto oltre che sproloquiare.

Insomma è ora di una Recensione.

Per cercare qualcosa che destasse l'interesse dei posteri, ho stilato la mia immancabile lista scoprendo che (sorprendentemente) le idee non mi mancavano. Tutto il blocco (espressione partenopea gergale che in italiano potremmo tradurre con "Sostanzialmente") dovevo soltanto mettermi al lavoro.

Ho scelto di iniziare da una mia insana passione, i blush, ed ho scelto dal mio stash (ma quanto mi piace questa parola) quelli di Sleek, in quanto possedendone più di un esemplare ho ritenuto fosse interessante confrontarli, spero di non pensarlo solo io.



Mi soffermerei un attimo sul concetto di insana passione, se qualcuno (?) si stesse chiedendo cosa intendo con ciò: ebbene, si tratta della smania di accumulare prodotti che non riuscirei a consumare neppure se avessi 10 facce e decidessi di truccare quotidianamente ogni guancia con un colore diverso (quale inquietante immagine evocativa).

Per la sottoscritta, tuttavia, il blush è un cosmetico imprescindibile: avendo la pelle diafana, ed al fine di evitare di essere scambiata per il fratello grassone di Casper (mi pare si chiamasse Ciccia, semplice ed immediato), l'unica ancora di salvezza è il blush.

Badiate, ho parlato di diafano, che non significa avere una pelle di porcellana liscia ed uniforme come le bambole (almeno non senza un degno fondotinta). Semplicemente sono munita di epidermide grigiastra quasi trasparente e molto sensibile. Ergo il blush è per me l'unico raccordo tra l'ectoplasmatico e l'umano.

Eppppoi i blush mi piacciono proprio. Ecco.
Torniamo all'oggetto del post: i blush Sleek.

Come vi avevo già accennato qui, c'è stato un periodo di mania compulsiva per i prodotti Sleek, Palette in primis, merito soprattutto delle Illuminate Pixiwoo (sempre siano lodate) che, usandole periodicamente nei loro tutorial, hanno contribuito a creare un esercito di Zombie affamati di Sleek. 

Le palette sono approdate addirittura da Sephora, il resto dei prodotti no, e quindi, per chi avesse desiderato provare altro, l'unica alternativa possibile sarebbe stato l'ordine dal sito ufficiale o tramite diversi rivenditori apparsi come funghi per cavalcare l'onda.

~ PACKAGING

I blush Sleek si presentano in confezione nera, satinata, con logo lucido, che trovo molto semplice ed elegante (Less is More, sempre). Questa semplice scatola è però bella solida, impressione confermata dal fatto che negli anni non se n'è rotta manco una, e vi assicuro che tra le mie mani non è cosa difficile (dovrei offrirmi come Scimmia tester di Packaging).




All'interno è presente uno specchio rettangolare, stessa forma della cialdina, ed il tutto ricorda molto blush di altri brand (ad esempio i blush proposti da Nars e da E.l.f.).

La ferita su Flushed (chiamasi anche unghiata) è dovuta al fatto che non avevo mica capito come aprirli. La tecnica seguita inizialmente prevedeva un sovrumano sforzo in trazione con rischio di far saltare in aria il tutto (come potete immaginare vedendo l'unghiata di cui sopra).
In realtà per far "scattare" la serratura basta premere nello spazio sottostante la scanalatura.
Indovinate chi arriva sempre tardi a concepire queste elementari questioni?

~ PRODOTTO

I colori che posseggo sono quattro, escludendo il trio di cui vi ho parlato nello scorso Haul (che non ho ancora avuto modo di provare a dovere).
Eccoli nel dettaglio.

ROSE GOLD

Come è possibile intuire dal nome, si tratta di un blush con base pescata ed una pioggia di pagliuzze dorate. La formula è leggermente polverosa ma il colore è pigmentato e molto portabile. 
Basta solo ben dosarlo e sfumarlo e nessuno di noi sembrerà un porcellino d'oro, ve lo assicuro.
Insistenti voci di corridoio sostengono che possa annoverarsi tra i dupe del divino Orgasm di Nars, ma non avendolo a disposizione posso considerare questa affermazione solo a titolo informativo.



FLUSHED

Si tratta di un color lampone scuro, rossastro (qui avevo già avvisato sulle pessime descrizioni cromatiche). La texture è setosa, ma stavolta opaca e priva di luminescenze. Anche per questo blush segnalo un'ottima scrivenza ed una buona sfumabilità, a patto di modulare il colore e livellarlo man mano sulle guance. 
Altrimenti l'effetto malmenato è assicurato (notare la poetica di alto livello).




SCANDALOUS

Rosso, rossissimo. Non ho altre parole per descrivere questo blush. 
Opaco, di un rosso semaforo che potrebbe spaventare, estremamente scrivente. 
A discapito del colore, apparentemente importabile, io ho solo parole splendide per lui: sembrerò ripetitiva, ma ben dosato e sfumato regala guance effetto Biancaneve. Senza la dovuta attenzione, invece, il Gabibbo a paragone sembra pallidamente rosato.
Anche qui si segnala a titolo informativo che sembrerebbe un perfetto dupe del blush Exhibit A di Nars.







FENBERRY

Con somma tristezza devo rivelarvi che si tratta di un blush Limited Edition (era nella Berry Collection di Sleek uscita qualche Natale fa). 
Somma tristezza perché è un blush splendido. Potrebbe apparire in prima battuta simile a Flushed come colore, ed invece Fenberry vira maggiormente al mattone, diventando un colore molto versatile ed adatto anche al contouring dato il finish opaco. 
Anche qui ottime parole, colore discreto, scrivente e sfumabile.



Ecco una carrellata di swatch a luce naturale

Da sinistra: Rose Gold, Flushed, Scandalous, Fenberry.

Da sinistra: Rose Gold, Flushed, Scandalous, Fenberry.

~ IMPRESSIONI

Come si sarà intuito, i blush Sleek che ho potuto provare sin ora sono tutti eccellenti.
Tra i blush che possiedo sono probabilmente tra i più pigmentati e vanno dosati con attenzione, in special modo i colori più scuri ed accesi che sono sensazionali ma rischiano in un battito di ciglia di tramutarci nella sorella maggiore e un po' mbriaca di Heidi.

Anche Rose Gold, che può apparire come il colore meno intenso, risulta invece altrettanto carico durante l'applicazione ed è consigliabile, in generale per tutte le nuance, di procedere a livellare con parsimonia il prodotto sulle guance.

Pigmentati, sfumabili, ottima durata; unico contro che mi sono sforzata di trovare, a parte la dovuta attenzione da porre nell'applicazione (a volte me ne dimentico persino io e mi ritrovo pronta per il circo), riguarda la formula di alcuni colori, leggermente polverosa.

A parer mio la loro qualità è paragonabile a blush High-End, ad un quarto del prezzo.
Sul sito ufficiale Sleek il costo è infatti di soli 5,49 per 8g/0.27 oz di prodotto.

Dovrò valutare se anche nei nuovi Blush Trio viene mantenuta questa qualità. Lo spero vivamente poichè i singoli sono consigliatissimi!

See you al prossimo farneticante post!

PS: Quante volte avrò scritto "blush" in questo post? Ok, era l'oggetto della recensione, ma credo si fosse capito, c'erano le foto, il titolo, i palloncini svolazzanti.
Ho già detto che in questa recensione si parla di Blush?
No, chiamarli Fard non mi piace.

14 commenti:

  1. Li ho anche io, assieme ad un'altra vagonata di fratellini... hai forse detto qualcosa riguardo la blushite?! ^__^'
    Li trovo ottimi davvero, prezzo piccino e qualità superlativa. Ho anche 2 Blush by 3 e idem con patate XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meritano davvero tanto :D sono d'accordo!
      Beh di Blushite non si muore per fortuna, al massimo perde un po' di peso il portafogli, ma vuoi mettere la soddisfazione?? Ahahah *___*

      Elimina
  2. Mi hai fatto venir voglia di blush :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta nel Club :D sono felice di averti qui ahahah

      Elimina
  3. Ma perchè mi ostino a leggere certi post! -.-"
    Adesso come facciamo? Sono interessantissimi questi blush sleek, e tu sei pienamente colpevole e responsabile se li voglio tutti *_*


    * continua a fare questi post, ti prego *

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, è raro che io prenda una posizione così netta, ma non potevo fare altrimenti con questi blush. Hanno un presso irrisorio, un range di colori splendidi e una qualità validissima!

      *__* Chiedo scusa per la diavoleria tentatrice, ma il verbo deve essere diffuso!

      Un abbraccio fortissimo!

      PS: Attenzione a ciò che desideri, potrebbe avverarsi :D

      Elimina
  4. Rose gold e flushed li possiedo anch'io assieme a Pomegranate (che consiglio a tutti, è un magnifico prugna) e trovo che questi blush abbiano un ottimo rapporto qualità/prezzo, li adoro *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Voglio pure Pomegranate allora *___*
      devo ammetterlo, condivido la tua opinione, sono favolosi e meritano proprio. Non mi sbilancio quasi mai ma stavolta ne sono convintissima :D

      Elimina
  5. rose gold è bellissimo *_* ma soprattutto io adoro il packaging che adotta Sleek, l'amore proprio.
    fino all'altro ieri (espressione molto indicativa per dire che non mi ricordo esattamente il giorno giusto XD) ti avrei detto che Scandalous era un colore per me pazzissimo. Ma siccome ho provato un ombretto rosso come blush e me ne sono innamorata.. ti dico che tu ha fatto ottima scelta zignorina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dizi la verità u__u tengo le qualità!
      In effetti l'ho preso per impulso e invece scopro che è popo fico XD una volta tanto.. acquisti avventati che non rimpiangi!!

      Elimina
  6. io adoro i blush sleek e trovo che rose gold sia addirittura più bello di orgasm, che per i miei gusti ha troppi glitter. adesso vorrei fenberry! e come si fa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice di sentirtelo dire *_* io non ho Orgasm, e non amo i glitter a profusione nei blush!
      Per Fenberry non credo ci sia molto da fare ç__ç Sleek è cattiva a far uscire queste Limited Edition.

      Elimina
  7. Rose Gold è più rosato di Orgasm... e più pigmentato. E più bello (per me ovvio XD).
    è l'unico che abbiamo in comune, non ne ho mai comprati altri (ok, ho un blush by three!) perché ho una marea di blush ma trovo che gli Sleek siano tra i migliori in assoluto tra i low cost.

    E condivido con te l'amore per il packaging, è solido e favoloso perché sono così compatti che son buoni anche da portare in viaggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, sono felice a questo punto di non aver mai ceduto a Orgasm e aver preso Rose Gold :D mi fido alquanto del tuo parere.

      Anche io ho una marea di Blush ma la mano è più forte del cervello e li infila nei carrelli, reali e virtuali, prima che io mi ricordi che potrei ben evitare x__x

      Elimina